Archivio per 22 agosto 2012

“Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno”, cosa ne penso… [NO SPOILER]

Posted in Batman Begins, il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 22 agosto 2012 by Redson85

ATTENZIONE: l’articolo NON contiene spoiler, ma nei commenti siete liberi di spoilerare quanto vi piace!

Volete una recensione? Beh, per quanto mi riguarda, THE DARK KNIGHT RISES è un film PERFETTO. Che ci crediate o no, che siate d’accordo o no, a me è piaciuto più di The Dark Knight. Il finale è assolutamente appagante. I personaggi costruiti con grande maestria, attingendo gli elementi migliori dai fumetti ed elaborandoli con immensa ispirazione, come nei capitoli precedenti, ma probabilmente a livelli di eccellenza mai raggiunti prima. Catwoman mi ha conquistato, nonostante la mia naturale inclinazione a odiare i villain/supereroi femminili. Bane è una potenza. Bravo Nolan a utilizzare le inquadrature per farlo sembrare più grosso di quanto Hardy non fosse in realtà. Bruce Wayne/Batman, messo in ombra dall’esuberante Joker di Heath Ledger in The Dark Knight, torna ad essere il protagonista emotivo del film, come in Batman Begins, soprattuto nelle scene di dialogo con Alfred. Il film si lega fortemente al primo capitolo della trilogia, sia dal punto di vista della storia che da quello stilistico. Hans Zimmer sembra voler sottolineare tali riferimenti riprendendo fedelmente alcuni punti della colonna sonora del primo film. A proposito, colonna sonora magnifica.

Resta l’amarezza per aver scoperto in anticipo, su internet, due grossi spoiler. Se non ne fossi venuto a conoscenza, mi sarei goduto il film al 100%. Ho passato l’ultima mezz’ora di film ad autoflagellarmi e sono uscito dal cinema alquanto irritato. Lo sono tuttora.

Un quarto capitolo? Sono sicuro che la Warner voglia farlo. Non un reboot, ma un sequel. Spero ci sia un regista all’altezza che si prenda questa responsabilità. Il finale lascia davvero la voglia di vederne un altro.

Sul doppiaggio: nel complesso non è male, ma non si può dire che sia un buon doppiaggio. Bravi Santamaria e Domitilla D’Amico (Selina Kyle). Filippo Timi (Bane) ha avuto la buona idea di tentare di riprendere l’accento di Tom Hardy, ma il mixaggio non funziona a dovere: quando Bane parla, sembra di ascoltare una voce fuori campo, forse complice l’assenza di labiale. Pessima la voce di Lucius Fox, anche perché quella ufficiale di Morgan Freeman, di Renato Mori, è ormai troppo “attaccata” all’attore.

REDSON85

Annunci