Archivio per bane

“Batman: Arkham Origins” – La Recensione SENZA SPOILER di CPB

Posted in Batman Universe, cittadini per batman, prequel, sequel, Video, Video games with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 2 novembre 2013 by RedRobin

arkham origins spot1 (8).Movie_Istantanea

ATTENZIONE: Questa recensione è PRIVA DI SPOILER, ma nei commenti gli utenti saranno liberi di spoilerare quanto vogliono, quindi non leggete i commenti se non avete finito il gioco. Buona lettura.

Il 25 Ottobre 2013, a due anni di distanza dal capitolo precedente, “Batman: Arkham Origins” il nuovo videogioco della premiatissima saga videoludica dedicata al Cavaliere Oscuro, arriva a comporre una vera e propria trilogia, quella della Serie Arkham. Seguito da “Batman: Arkham Asylum” e da “Batman: Arkham City”, “Batman: Arkham Origins” non è solo un semplice terzo capitolo di una storia, ma è, fondamentalmente, il primo: il gioco funge da prequel della Saga, e narra un’oscura vicenda ambientata 7 anni prima degli eventi accaduti al Manicomio di Arkham, che, tra un fiocco di neve e un nemico pronto a ucciderlo, porteranno Bruce Wayne a plasmare la sua fama di Vigilante e a diventare un vero Eroe.

Batman: Arkham Origins” conferma il terzo capolavoro dell’Arkham Series che tutti aspettavamo: possiamo osservare un Batman pieno di insicurezze e di paure, un Batman che non si ferma davanti a nulla, ma che è anche disposto ad arrendersi per il bene delle persone che ama, ma che non lo farà grazie ai suoi nuovi alleati. Costellato di frasi profonde e scene piene di suspance, il terzo capitolo della Serie Arkham raggiunge vette mai esplorate pienamente nei capitoli precedenti, perché si concentra parecchio non solo sull’azione e sulla trama (anche piuttosto semplice, tutto sommato), ma soprattutto sui dialoghi e sulle scene piene di emozioni: i discorsi, le ramanzine, i diverbi e gli aiuti verbali da parte di Alfred sono fondamentali per la formazione di Bruce Wayne come uomo e di Batman come simbolo. Probabilmente l’episodio più violento visivamente ed emotivamente, “Batman: Arkham Origins” espande l’esperienza dei due capitoli precedenti, anche se si nota una certa paura da parte di WB Games Montréal (anche giustamente, forse!) al distanziarsi troppo dal lavoro Rocksteady: basti pensare alla mappa di gioco, la quale è composta per metà dalla futura Arkham City (parlo ovviamente della Vecchia Gotham), che è stata resa, naturalmente, integra e non fatiscente poiché Hugo Strange aveva probabilmente altro da fare all’epoca!

Per quanto riguarda la trama, la storia è ben scritta (nonostante Paul Dini non abbia partecipato), sorprende spesso, ma ha comunque delle lacune che potevano essere colmate semplicemente allungando la durata della storia. E’ comunque godibile e, a tratti, raggiunge epicità mai raggiunte nella saga, alcune delle quali possono addirittura superare lo shockante finale di “Batman Arkham City”.

Parlando complessivamente dei personaggi, non si può dire che sia stato fatto un lavoro eccelso (alcuni personaggi che potevano essere ben integrati nella storia sono stati decisamente sprecati, Electrocutioner in primis), ma dato che i personaggi veramente principali sono circa 5 (Batman, Alfred, Joker, Gordon, Bane) e che 4 di questi 5 sono davvero notevolmente tridimensionali, il giocatore rimane comunque molto soddisfatto: il rapporto Batman/Joker è estremamente curato, e trasposto nei minimi dettagli dal fumetto alla console (inserendo godibilissimi riferimenti ed enormi rimandi ad alcune delle più bibliche storie su carta o ai più celebri film di Batman), e si distanzia molto (non troppo, però) da ciò che abbiamo visto nei capitoli precedenti; Alfred per Bruce è come un padre, un amico e soprattutto come una vera e propria coscienza, ed il loro rapporto è molto ispirato allo splendido lavoro di Nolan nei suoi film; Gordon si ritrova nella stessa, drammatica situazione in cui è in “Batman Begins“: è costretto a scegliere tra la Legge e la Giustizia, guidando con passione e determinazione un esercito di poliziotti (che lui non sa essere completamente corrotto) alla scoperta dell’identità di Batman, capendo poi che la cosa d ìa fare è schierarsi dalla parte della Giustizia e non dalla Legge, non essendocene praticamente più una; Bane è anch’esso curato e sicuramente molto apprezzabile, ma non riporta comunque molte novità, essendo una visione (un’ottima visione, per carità!) del personaggio già vista più volte.

Grafica, doppiaggio italiano e sonoro, gameplay e situazioni di gioco sono quasi ottime: la grafica è molto buona, ma non si differenzia da quelle dei capitoli precedenti. Un grosso problema sono i numerosi bug e i momenti in cui il gioco va a scatti o si blocca del tutto: fortunatamente a breve uscirà una patch scaricabile che risolverà ognuno di questi problemi; il doppiaggio italiano è ottimo, come sempre, considerato anche che sono stati mantenuti i medesimi doppiatori dei capitoli precedenti per ogni personaggio ricorrente, ma la poca accortezza di un dettaglio vocale rovina uno spoiler abbastanza grosso, purtroppo; musiche ed effetti speciali ottimi: la colonna sonora sembra un’inquietante motivetto natalizio che mescola i temi dei due film (in particolare il secondo) di Tim Burton e la violenta musica di “The Dark Knight Rises” (a volte sembra che da un momento all’altro parta “Deshi Deshi Basara Basara“!), e si sposa bene con ogni momento di gioco, dall’azione più furtiva al combattimento più estremo; il gameplay è il medesimo degli episodi precedenti, aggiungendo alcuni simpatici ed originali gadgets che aiutano gli scontri furtivi e quelli corpo a corpo, aumentando la varietà di nemici e i modi in cui possono essere battuti. Anche i combattimenti con i boss sono abbastanza originali e vari, differenziandosi non solo di boss in boss nel gioco stesso,  ma anche da quelli dei due giochi che precedono questo prequel. E’ stata inoltre “evoluta” la Modalità Detective, in grado di esaminare scene del crimine e di ricostruirne favolosamente le dinamiche in una proiezione tridimensionale spettacolare!

Le missioni secondarie sono divertenti e ben sviluppate, le Modalità Sfida sono uguali a quelle di “Batman: Arkham City” e la Modalità Multiplayer è ben fatta e innovativa, quindi un punto in più, insieme al godibile DLC di Deathstroke.

Nel complesso, “Batman: Arkham Origins” non è forse il migliore della saga (ovviamente il finale di “Batman: Arkham City” pesa parecchio), ma sicuramente il più innovativo e il più coraggioso!

VOTO: 9.5/10

Commento finale: “Batman: Arkham Origins” non deve assolutamente mancare su nessuna console di un bat-fan, perché quello che il fan del fumetto, della saga e dei film conosce, in questo gioco c’è! Sono fiero di averlo comprato!

REDROBIN

Annunci

Emozionante spot tv per “Arkham Origins”!

Posted in Video, Video games with tags , , , , , , , , , , on 17 ottobre 2013 by Redson85

[Fonte: YouTube]

“Batman: Arkham Origins”, il trailer del mobile game e una chicca da Troy Baker!

Posted in Batman Universe, prequel, sequel, Video, Video games with tags , , , , , , , , , on 13 ottobre 2013 by RedRobin

E’ stato pubblicato il trailer della versione mobile di “Batman: Arkham Origins”, l’attesissimo prequel della Serie Arkham. Prodotto da NetherRealm, casa produttrice di videogiochi picchiaduro (anche DC) come “Injustice: Gods Among Us“, “Batman: Arkham Origins – The Mobile Game” lascia intendere che il gioco che arriverà a Natale su iOS e Android, sarà più incentrato sulla lotta e sul combattimento, un po’ come il mobile game del secondo capitolo Arkham, “Batman: Arkham City Lockdown“. Nel trailer pubblicato oggi si riconoscono personaggi come Firefly, Bane (senza maschera!), Copperhead, Deadstroke e Deathshot, e diverse skins di Batman, tra cui la non ancora annunciata skin di “Batman Beyond“. Di seguito potete ammirare il trailer e osservare come, al minuto 00:33, compaia un nuovo assassino, di cui non sappiamo nulla. Chi potrebbe essere?

In più, in un altro video, possiamo ammirare Troy Baker, doppiatore americano del Joker nel prequel della Serie Arkham, interpretare il monologo del Clown Principe del Crimine nel finale della mitica graphic novel “Batman: The Killing Joke“… meraviglioso!

UPDATE: il sesto assassino è ora reso noto: si tratta, come ci si poteva aspettare, di Electrocutioner, noto a noi italiani come l’Elettrocutore. Vero nome Lester Buchinsky, l’Elettocutore è dotato di una tuta che gli conferisce il potere di stordire i suoi avversari con potenti scosse elettriche!

[Fonte: BatmanArkhamVideos]

“The Dark Knight Rises” Piano Suit

Posted in il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 11 ottobre 2013 by Redson85

Davvero fantastico! Enjoy!

E se “The Dark Knight Rises” fosse stato un videogioco? Divertitevi!

Posted in Batman Universe, Fan Art, Humor, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, The Dark Knight Rises, Video with tags , , , , , , , on 2 settembre 2013 by RedRobin

E se “The Dark Knight Rises” fosse stato un videogioco? Ecco la risposta in due simpatici video in cui Batman e Bane si affrontano (con tanto di rumorosissimi pugni), ognuno con la propria barra della vita come in un videogame: BUONA VISIONE!

Ecco il primo combattimento (quello nelle fogne) in cui la vittoria è di Bane:

Ed ecco invece il combattimento finale, in cui Batman sconfigge definitivamente Bane:

[Fonte: YouTube]

“Batman: Arkham Origins”, analisi e riflessioni sul nuovo trailer, ora anche SUB-ITA

Posted in Batman Universe, prequel, sequel, Video games with tags , , , , , , , , , , , , , on 21 agosto 2013 by RedRobin

Il nuovo trailer dell’attesissimo prequel della Serie di Arkham, “Batman: Arkham Origins“, è costellato di frasi epiche e grintose, dando spazio al vero protagonista di questo nuovo filmato, ossia il personaggio appena rivelato, Firefly. Ecco le riflessioni e l’analisi del trailer intitolato “Nowhere to Run“, ossia “Nessun luogo per Fuggire” (titolo simile allo slogan di “Batman: Arkham City”, che era NO ESCAPE, ossia NESSUNA VIA DI FUGA), ora disponibile sottotitolato in italiano:

  • Il trailer si apre con un potente pugno sulla faccia di Batman da parte di Bane, che sembra essere parte della scena finale del gameplay trailer rivelato all’E3.
  • Si prosegue con epiche inquadrature dei nemici che dovremo affrontare nei panni del Cavaliere Oscuro: dopo di Bane, seguono Deathstroke, Copperhead e Joker.
  • Ed è al 9° secondo del video, dopo la frase “Ho aspettato a lungo questo momento, con la tua morte troverò la pace“, che arriva una scena inquietante: Bane alza Batman; lo vorrà buttare dalla finestra o assisteremo ad un altro spezza-schiena (o incrina-vertebra 😉 )?
  • Il logo della DC Comics, della Warner Bros. e della WB Games Montréal, si mostrano tra la neve sulle note di una colonna sonora che batte il tempo di “Deshi deshi basara basara!”, grido di battaglie della theme di Bane in “The Dark Knight Rises“… ci sarà un qualche tipo di collegamento?
  • Si prosegue con l’inquadratura di un luogo ai bat-fans molto familiare: nientepopodimeno che la Bat-Caverna! Una Caverna MAI VISTA così grande nella Saga Arkham (ricordiamo che la Bat-Caverna è disponibile come Mappa Sfida scaricabile in “Batman: Arkham City“, e una “mini” Caverna si trova anche vicino all’Arkham Asylum, costruita in segreto da Batman in modo da avere delle risorse nel caso ci sarebbero stati “problemi” al Manicomio).
  • Nella scena successiva, mentre il Bat-Costume emerge da una capsula in maniera molto simile al costume di Bale in “The Dark Knight Rises“, Alfred si avvicina a Bruce dicendo “Otto Assassini le stanno dando la caccia” (ricordiamo che per ora gli Assassini sono Joker, Bane, Deathstroke, Copperhead, Deadshot e ora sappiamo anche Firefly), proseguendo con “Cosa pensa di fare?“.
  • A questo punto Batman, con fare epico, si allaccia la cintura, si mette i guanti, monta il rampino (disponibile come riproduzione collezionabile nei GameStop USA) e indossa la maschera nell’oscurità, operazioni che ricordano molto la “firma” della bellissima serie animata “The Batman“, e mentre risponde ad Alfred “Troverò Maschera Nera e metterò fine a tutto questo“, salta a bordo di un Batwing veramente, veramente figo.
  • Al 32° secondo osserviamo Batman sulla neve, intento a fermare una serie di detenuti che stanno per giustiziare un uomo. Possiamo notare, sul cancello in fondo, la scritta BLACKGATE… Si potrà entrare nella famosa prigione?? Continuate a leggere e lo scoprirete!
  • Ora il trailer dà spazio a combattimenti gamplay, che portano Batman a combattere in vari luoghi.
  • Uccidilo e ti darò ciò che vuoi. Fallo soffrire e ti darò il doppio!“: questa la minacciosa frase di Maschera Nera. Perchè ce l’avrà tanto con il Cavaliere Oscuro? Qual è il vero motivo di tutto questo?
  • Si prosegue con Deathstroke che estrae la spada, e con la minacciosa Copperhead… anzi, LE minacciose Copperhead! Proprio così, sembra che Batman dovrà combattere contro 3, 4, 5 donne-serpente, totalmente identiche. E’ ovvio che in realtà Copperhead sia solo una, e che lo sdoppiamento che Batman vede, è un chiaro effetto del veleno che Copperhead è in grado di iniettare, e quindi una visione.
  • Ed ecco che entra in scena Firefly, il vero protagonista di questo trailer: il terrificante uomo-insetto munito di lanciafiamme, ha distrutto tutto ciò che si trovava su uno dei ponti di Gotham, e manca solo una cosa da demolire: Batman. “Urla per me! Ti piacerà da impazzire.” dice Firefly mentre, volando grazie ai razzi sulla sua tuta, prepara il lancia fiamme.
  • E mentre Batman si trova faccia a faccia prima con Joker, poi con Deathstroke, poi con Bane e infine con Copperhead, la voce fuori campo di Joker dice “Ecco a voi… la morte di Batman!”.
  • Ora Batman combatte con un Deathstroke con la maschera spezzata (che gli scopre il volto), poi con un minacciosissimo Bane, poi con… LE Copperhead, poi schivando le fiamme di Firefly e infine prendendo a pugni Joker (osserviamo lo sfondo dello scontro tra Batman e Joker: è una chiesa, tipico scenario del Clown, e probabilmente è la chiesa poi utilizzata da Harley Quinn come nascondiglio e che si trova dentro Arkham City, qui Old Gotham).
  • In questa scena abbiamo un primo piano di un magnifico Alfred ringiovanito (e qua, i miei complimenti vanno a WB Games Montréal, che è riuscita a dare a “Batman: Arkham Origins” quello che Rocksteady forse non era riuscita a dare appieno, nonostante il davvero ottimo lavoro svolto: un’espressività davvero autentica ai personaggi). Il fedele maggiordomo avverte Bruce: “Lei non è un infallibile Vigilante, è solo un giovane uomo con un fondo fiduciario e troppa rabbia!“. E Batman risponde (ed ecco uno dei motivi per cui ad inizio articolo ho scritto “il trailer è costellato di frasi epiche e grintose”): “Io sono il motivo per cui i criminali accolgono il sorgere del sole con un sospiro di sollievo.”
  • A questo punto Batman si trova in un luogo cupo a combattere: sembrerebbe proprio una prigione! E’ probabile che sia possibile visitare Blackgate nel gioco (vi ricordo che sul carcere è stato basata la versione del gioco per 3DS e PSVita, “Batman: Arkham Origins – Blackgate“). Possiamo vedere i muri imbrattati di facce sorridenti e “HA HA HA” color verde acido.
  • E mentre Joker spara da una mitraglietta, abbiamo la risposta ad una delle tante domande: sembra che Bane sbatta la schiena di Batman sul suo ginocchio… cosa succederà poi al Cavaliere Oscuro?
  • A questo punto, ecco arrivare una delle parti più interessanti: un giovane Gordon, apre una porta e si trova di fronte Batman, il quale lo ferma minacciandolo di rompergli un braccio e dicendogli “Sono dalla tua parte“. Poi Batman lascia Gordon, il quale risponde con “La mia parte… La mia parte rispetta la legge! Gotham ha fiducia in noi!“. E qui arriva un altro motivo per il mio parere sulle frasi epiche, quando Batman gli risponde “Se fosse vero… io non sarei qui“.
  • Gordon, vattene dalla linea di tiro!” urla una squadra SWAT che punta le armi su Batman. E appena Gordon dice a Batman “Non puoi fuggire da nessuna parte” (in inglese “you’ve got nowhere to run“, che è il titolo del trailer), il Cavaliere Oscuro si arma di gas fumogeni e tra gli spari, si dilegua nel buio.
  • Si torna sul ponte distrutto dal fuoco ad assistere allo scontro tra Batman e Firefly, il quale urla “Gotham brucerà!“. E mentre spara il rampino sull’armatura del nuovo nemico, Batman gli risponde “Mi sa che ti serve un nuovo hobby“. Firefly inizia a volare con Batman appeso al cavo del rampino e, tra scene distruttive come Joker con un’esplosione alle spalle e Bane su un elicottero con un bazooka in mano, compare il logo con il titolo del gioco.

Che ne pensate? Siete d’accordo sull’analisi? Avete notato qualche altro “indizio” sul gioco?

Batman: Arkham Origins” uscirà su PS3 e Xbox360 il 25 Ottobre 2013.

Nuovo trailer di Arkham Origins! Rivelato Firefly come nemico!

Posted in Batman Universe, Video games with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 21 agosto 2013 by Redson85

[Fonte: YouTube]