Archivio per intervista

Come sarebbe stato il terzo Batman di Burton? Ecco cosa ci dice Michael Keaton!

Posted in Batman, Batman Begins, Batman Forever, Batman Returns, Batman&Robin, il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , on 21 marzo 2013 by RedRobin

keaton2356721342

Michael Keaton è lo storico interprete dei due Batman diretti da Tim Burton usciti nel 1989 e nel 1992.

Dopo Batman Returns, la Warner e Burton stavano pianificando un terzo capitolo, anche se poi la major ha optato per un rilancio del franchise più pop e meno dark con i due lungometraggi di Joel Schumacher, Batman Forever Batman & Robin.

Di recente l’attore che ha impersonato Bruce Wayne e il suo alter ego ha partecipato al podcast WTF with Marc Canton, dove ha espresso le sue idee a riguardo di questo film mai nato e altri aneddoti.

Keaton racconta che, dopo aver girato Beetlejuice con Burton, aveva appreso che il regista stava pianificando un lungometraggio su Batman e che il filmmaker desiderava che lui leggesse il copione, dato che era intenzionato ad averlo come protagonista.

Al tempo non conoscevo bene il fumetto, i suoi aspetti pulp, avevo dimestichezza più che altro con lo show televisivo. Dopo aver letto Il Ritorno del Cavaliere Oscuro mi sono interessato di più.

Lui e Tim Burton condividevano l’idea che doveva trattarsi di un personaggio estremamente depresso, un vigilante problematico.

Tempo fa, Keaton aveva dichiarato di non aver visto la Trilogia di Christopher Nolan nella sua interezza e, a quanto pare, l’attore non ha ancora rimediato. Tuttavia, non sono mancate parole di elogio riservate al regista inglese:

Quello che ci ha lavorato adesso, Chris Nolan, è un tizio pieno di talento. Ma lo dico come se li avessi visti, cosa che in realtà non ho fatto. A dire il vero non ho visto molto neanche del secondo che ho fatto io.

Tornando al terzo film che lui e Burton non hanno mai girato, scopriamo che si sarebbe trattato di una pellicola sulle origini del personaggio, sulla falsariga di Anno Uno di Frank Miller:

La direzione intrapresa da Nolan è esattamente quella che volevamo percorrere noi. Volevamo vedere come e perché questo tizio aveva deciso di mettersi in gioco in questo modo. Potevamo sistemare tutti quegli aspetti che, magari, avevamo smarrito per strada. Poteva trattarsi di un progetto davvero brillante.

Che ne dite? Come sarebbe potuto essere questo terzo capitolo? Quale sarebbe stato il titolo di questo nuovo film? E che villains avrebbe coinvolto? Dite la vostra!

[Fonte: Badtaste]

Interessanti dichiarazioni di Christopher Nolan sulla trilogia di Batman

Posted in Batman Begins, il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 30 novembre 2012 by Redson85

rises2186789345

Il primo estratto arriva da una corposa intervista rilasciata a Cinematic e riguarda il finale di The Dark Knight Rises:

Per me, The Dark Knight Rises è specificatamente e definitivamente l’epilogo della storia di Batman così come io l’avevo intesa e la natura aperta del finale è semplicemente un’idea tematica molto importante che volevamo inserire nel film, ovvero che Batman, in realtà, è un simbolo. Chiunque può essere Batman e questo è molto importante per noi. Forse non tutti i fan del personaggio si ritroveranno d’accordo con questa interpretazione, ma per me tutto si ricollega a quella scena di Batman Begins ambientata nel jet privato fra Bruce Wayne e Alfred. In quel momento ho creduto che l’unica maniera per rendere credibile la trasformazione di un tizio in Batman, fosse la creazione di un simbolo. Quest’uomo doveva vedere se stesso come il catalizzatore di un cambiamento, per ciò si trattava di un processo temporaneo, magari un piano di cinque anni che gli avesse consentito di acquistare questo peso, questa forza simbolica e permettere a quanto di buono c’era in Gotham City di prendere nuovamente possesso della città. Per me, per far si che la missione avesse successo, doveva per forza avere un termine, quindi questo per me è l’epilogo della saga. La natura aperta è importante per far capire che Batman non è importante in quanto uomo, è più di questo. E’ un simbolo e i simboli non muoiono.

Continua a leggere

Altre novità su “The Dark Knight Rises” da Total Film!

Posted in il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 11 Mag 2012 by Redson85

Ecco alcuni estratti delle interviste riportate dal giornale, in particolare a Christian Bale e alla produttrice Emma Thomas:

C. Bale: [Bruce Wayne] Ha sempre questa necessità di procedere all’azione a causa della tragedia che l’ha colpito. Diciamo che, in molti sensi, non si trova in un luogo salutare. E’ una costante. Ma penso che ci sia molto di più di lui che avverte le conseguenze di una vita interamente subordinata e condizionata dal dolore, del mantenersi all’interno di questo schema mentale e del vedere quanto riuscirà a resistere. Riguarda il prendere la decisione di continuare a essere Batman, intraprendendo una strada che potrebbe essere autodistruttiva, oppure riuscire a trovare uno sbocco, una sorta di rinascita per essere finalmente se stesso. Ci sarà un adeguato quantitativo di riflessioni. Chris è estremamente abile nel riuscire a capire il tipo di film che vogliamo ottenere, che non si tratta di un piccolo film basato su un solo personaggio. Ovviamente un grande quantitativo di tutto questo sarà presente, ci sarà un notevole approfondimento del personaggio, ma non vogliamo spingerci così lontano da portare il pubblico a pensare che “Non è questo il tipo di emozioni che stiamo cercando”. E’ la fine di un’era. Per me personalmente e per Batman.

E. Thomas: In termini di brutalità, questo film supererà di gran lunga il precedente. Questa sarà la prima volta che l’Uomo Pipistrello verrà affrontato a livello fisico. E’ questo il lato grandioso del villain: col Joker avevamo tutti questi trucchetti psicologici che incasinavano la gente, Bane è pura forza fisica. Abbiamo dato a Batman un rivale alla sua altezza. Non solo per via della pura forza. E’ un tipo sveglio.

Inoltre, ecco le versioni a migliore risoluzione delle scansioni riportate ieri:

[Fonte: Badtaste, SHH]

Lunga e interessante intervista a Chris Nolan da parte del DGA!

Posted in il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 16 aprile 2012 by Redson85

Figlio cinefilo di un pubblicitario inglese e di un’assistente di volo americana, il regista Christopher Nolan irruppe sulla scena nel 2000 con il film noir Memento. Questa pellicola indipendente dal budget di 4 milioni di dollari si avvaleva dei soliti luoghi comuni del genere thriller sebbene con una svolta decisiva: la ricorrente perdita di memoria a breve termine del protagonista veniva mostrata tramite l’utilizzo di due linee narrative intrecciate, una andava avanti nel tempo mentre l’altra raccontava la storia al contrario.
Con la sua narrazione non-lineare, un mezzo che Nolan avrebbe usato anche nei film successivi, Memento introdusse al mondo del cinema un nuovo talento che rispettava la tradizione hard-boiled e al contempo infrangeva le regole cinematografiche. Dopo aver abilmente gestito Insomnia (2002), dramma psicologico della Warner Bros, lo studio gli ha affidato la riesumazione dell’inattivo franchise di Batman. Nolan firma Batman Begins (2005), che insieme al suo ancora più spettaccolare seguito del 2008, The Dark Knight, ha portato complesse introspezioni e una serietà quasi shakespeariana al famoso personaggio dei fumetti.
Tra una visita a Gotham e l’altra, Nolan si è ridimensionato dirigendo The Prestige (2006), la storia di due prestigiatori rivali nella Londra del tardo XIX secolo. E nel 2010 produsse il visivamente audace, labirintico e rocambolesco film Inception, su un team di invasori dei sogni. Ma dietro la fervida immaginazione che ha sguinzagliato l’anarchico Joker, piegato le strade di Parigi come fossero origami e inscenato un’intera storia al contrario, c’è un tradizionalista che evita gli effetti speciali e gira tutto quello che può con una sola cinepresa.
Ci siamo incontrati con il 41enne Nolan mentre montava il suo terzo e ultimo film dedicato a Batman, The Dark Knight Rises, lavorando con i suoi soci in una confortevole abitazione qualche miglio sotto l’insegna di Hollywood. Nonostante debba mettere tutta la miriade di pezzi insieme completando così la sua director’s cut prima della scadenza del termine, Nolan è il ritratto della calma Zen, parlando in tutta libertà e tranquillità del suo lavoro.

Continua a leggere

Il co-creatore di Bane dice la sua sulla versione di “The Dark Knight Rises”

Posted in il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 24 marzo 2012 by Redson85

Cinewebradio ha intervistato Graham Nolan (nessuna relazione di parentela con Christopher Nolan), il co-creatore di Bane, assieme a Chuck Dixon. Ecco l’intervista:

Dicci qualcosa su come è stato creato il personaggio di Bane.

Bane è stato creato come il villain dei villain, capace di sconfiggere Batman. Doveva essere intelligente, potente e brutale. Chuck e io discutemmo di vari aspetti del personaggio prima che io mi mettessi a disegnarlo.

Avevi idea che Bane avrebbe avuto un tale impatto nella saga di Batman?

Sapevamo che sarebbe stato importante nella storia “Knightfall”, ma non avevamo idea avrebbe raggiunto un tale popolarità oggi.

Il 2012 sarà l’anno di Bane, essendo il villain principale del nuovo film di Batman. Che cosa pensi del look del personaggio?

Mi piace ciò che ho visto finora. Capisco il bisogno di apportare dei cambiamenti in alcune cose per un film. Anche il costume di Batman nel film non è esattamente come nei fumetti. E’ più importante cogliere il personaggio nel modo giusto.

Se hai visto il prologo, sai che molta gente pensa che sia difficile capire cosa Bane dice, cosa ne pensi a riguardo?

Si, è un po’ difficoltoso, ma non si può giudicare una clip non definitiva. C’è molto tempo per lavorare sul suono e incrementarne la chiarezza, se il regista lo riterrà necessario.

Sei stato contattato dalla DC Comics o dal team di lavoro di Christopher Nolan per lavorare sul personaggio?

No.

Che cosa pensi dei primi due film di Christopher Nolan su Batman?

Sono uno di quelli a cui piace il primo (Batman Begins) più del secondo.

[Fonte: Batman-news]

Chris Nolan ed Emma Thomas parlano di Bane

Posted in il cavaliere oscuro, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 11 dicembre 2011 by Redson85

In una nuova intervista realizzata da IGN in occasione della presentazione alla stampa del prologo di The Dark Knight Rises, che verrà proiettato in IMAX in alcuni cinema selezionati degli USA e UK a partire dal 16 di dicembre, il regista Christopher Nolan e la produttrice Emma Thomas parlano delle scelte operate nella rappresentazione di Bane nel film:

Hai sempre voluto introdurre Bane in maniera “fisica”, nel mezzo di una scena d’azione? Nolan: Immagino che la prima cosa che uno penserebbe sia “presentiamolo dentro a una prigione perché è il primo luogo a cui la gente lo collega”.
Beh, quando pensi a come iniziare un film vuoi farlo in maniera forte, vuoi colpire con una serie di eventi guidati da personaggi forti. Quindi pensi a una sequenza che possa mostrare tutto questo – nel caso di Bane, la sua fisicità e la sua aggressività e devozione al risultato. Sono tutti elementi che abbiamo inserito in questa sequenza.

Sappiamo che Bane è il villain del film perché volevi inserire una minaccia fisica per Batman. Nolan: Quanto della sua storia, del suo passato originale, sono stati mantenuti nel film?
La cosa liberatoria del lavorare con un villain poco conosciuto è il fatto che senti di avere più libertà a livello creativo, puoi tenere tutti gli elementi che pensi siano utili alla tua storia e scartare gli altri. Ma allo stesso stempo abbiamo scelto bane perché possiede alcuni elementi unici. Ma non so quanta enfasi ci sarà a riguardo, perché sto iniziando a montare il film adesso. Sicuramente renderemo giustizia al personaggio dei fumetti. E penso che il significato di Bane, ai nostri occhi, sia la sua forza come antagonista di Batman. Tutto deve servire a quello, inclusa la natura del suo passato e come questa giocherà all’interno della storia.

Continua a leggere

Anne Hathaway risponde alle critiche sul costume di Catwoman!

Posted in il cavaliere oscuro, Movies, sequel, the dark knight, The Dark Knight Rises with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 9 agosto 2011 by Redson85

Dopo la diffusione della prima immagine di Selina Kyle in The Dark Knight Rises, la scorsa settimana, le reazioni sono state svariate. Alcuni hanno apprezzato il look, altri si aspettavano di più. Adesso, a rispondere alle critiche è la stessa Anne Hathaway, rispondendo ad MTV che aveva espresso forti dubbi circa l’assenza di elementi essenziali del classico costume di Catwoman.

“Sono contenta di dire: se non avete gradito la foto, sappiate che avete visto un decimo di quello che quel costume è in grado di fare. E se, invece, vi è piaciuta, sappiate che avete un ottimo gusto!”

Bhè, a me è piaciuta…quindi sono lusingato, Miss Hathaway!

[Fonte: MTV]