Archivio per Year One

Quanti film “Batman vs. Superman” ci sarebbero stati oggi?

Posted in Batman Universe, Movies, sequel with tags , , , , , , , , on 1 settembre 2013 by RedRobin

Dopo l’indegno flop “Batman & Robin”, la vergogna cinematografica di Batman presentata dal nostro “amato” Joel Schumacher, la Warner era decisa a riavviare la saga del Pipistrellone. Tra le tante idee mai concretizzatesi, oltre a quella di adattare il fumetto “Batman: Anno Uno” al grande schermo (di cui abbiamo parlato qui), un crossover tra Batman e Superman avrebbe sicuramente risollevato le anime dei fans e gli incassi. Ma perché, nonostante i vari tentativi, il film non è mai arrivato al cinema?

Sul finire del 1999 fu solo speculato un progetto, poi mai realizzato, per portare sul grande schermo i supereroi Batman e Superman, che avrebbe coinvolto Richard Donner (regista di “Superman“), Daniel Day-Lewis e Mel Gibson.

Nell’agosto 2001, Andrew Kevin Walker propose alla Warner Bros. il film “Batman vs. Superman” (questo titolo mi suona familiare…), la cui regia sarebbe dovuta andare a Wolfgang Petersen, mentre la sceneggiatura al duo McG e Paul Attanasio. Poco tempo dopo, Petersen venne incaricato come produttore esecutivo e supervisore allo script, oltre che regista, e dichiarò:

« Si integrano benissimo, Superman è chiaro, luminoso, tutto quello che è nobile e buono, Batman rappresenta l’oscurità, l’ossessione, la parte vendicativa. Sono i due lati della stessa medaglia e questo è materiale per un grande dramma.All’inizio alleati, si scontreranno per le loro filosofie diverse. Lo script si basa molto sui personaggi, voglio attori e non dei corpi. Entrambi gli eroi attraverseranno un conflitto interiore: Superman è sempre sicuro di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma oggi la scelta non è più così facile, Batman invece è su un sentiero di autodistruzione.»

Durante la fase di pre-produzione, venne fissata come data di inizio riprese il febbraio 2003 per una lavorazione di 5/6 mesi, e come data di distribuzione l’estate 2004.

Il revival sarebbe stato un nuovo inizio per entrambe le serie cinematografiche.

Il casting cominciò a metà del 2002. Per l’interpretazione di Batman vennero proposti George Clooney (già partecipe in “Batman & Robin”), Johnny Depp , Jude Law e Paul Rudd, mentre per Superman furono in lizza John TravoltaBrad PittVince Vaughn e Colin Farrell. 

Le scelte finali puntarono su Christian Bale (!!!!!!!) come Batman e Josh Hartnett per Superman, ma a quel punto la sceneggiatura venne commissionata e il progetto ritirato in favore di singoli diversi per le due serie.

 Il team-up fu infatti annullato nell’agosto 2002 a causa degli impegni di Petersen nel dirigere “Troy”, ma anche perché J.J. Abrams propose alla Warner un progetto promettente, “Superman: Fly-by“, che poi non arrivò sul grande schermo.

Verso la fine del 2001, venne pubblicata la sceneggiatura di Walker

Lex Luthor Jr. eredita la Luthor Corporation dopo la morte del padre e i giornalisti Clark Kent e Lois Lane viaggiano verso Gotham City per scrivere un articolo circa le attività illecite della Luthor Corp. Qui Batman scopre che dietro la produzione di robot da guerra per l’esercito, vi sono progetti riguardo alla Kryptonite. I due eroi infine uniscono le loro forze.

Nel febbraio 2002, J.J. Abrams venne assoldato per scrivere una storia per riavviare la saga dell’Uomo d’Acciaio: la Warner, infatti, – a detta di Abrams – voleva un ritorno alle origini di Superman. Dopo il completamento dello scripting da parte di Abrams, anche Akiva Goldsman propose una sua storia.

Entrambe vennero poi scartate.

La sceneggiatura di Goldsman fu resa disponibile sul web nel 2002:

Cinque anni dopo la morte di Robin, Bruce Wayne e Clark Kent sono ora grandi amici. Il giorno del matrimonio di Bruce, il Joker uccide la sua futura sposa e l’uomo arriva a litigare con Clark per non aver vendicato la morte della compagna. I due si separano, ma in seguito scoprono come sia tutto parte di un piano ordito da Joker e Lex Luthor e gli eroi infine riescono a sconfiggerli.

A quel punto il progetto Crossover fu definitivamente abbandonato altri registi proposero vari riavvii della saga di Batman (di cui  parleremo prossimamente) ma alla fine la spuntò Christopher Nolan.

Oggi, 1° Settembre 2013, siamo in attesa del primo crossover DC Comics: il sequel di “Man of Steel“, che vedrà Batman (Ben Affleck) affiancare Superman (Henry Cavill).

batman_superman_logo

Vi sarebbe piaciuto vedere dei progetti del genere sul grande schermo o preferite che sia andata così e attendete con impazienza il film di Snyder?

[Fonte: Wikipedia]

“Batman: Year One”, il film che non è mai apparso sul grande schermo

Posted in Animated, Batman Begins, Batman Universe, Cast, comics, fumetti, Movies with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 9 maggio 2013 by RedRobin

Dopo “Batman & Robin” di Schumacher, la Warner era decisa a riavviare la saga. Tra le tante idee mai concretizzatesi c’era quella di adattare il fumetto “Batman: Anno Uno” sul grande schermo.

Dopo il flop di “Batman & Robin”Joel Schumacher, tentò di riottenere la fiducia degli studios proponendo un adattamento cinematografico della storia “Batman: Anno Uno” di Frank Miller. Nonostante il regista volesse fortemente dirigere la pellicola, lo studio di produzione gli preferì Darren Aronofsky, il quale propose, però, di basarsi su un altro fumetto, sempre di Frank Miller, “Il Ritorno del Cavaliere Oscuro”, e di girarlo a Tokyo. Sempre Aronofsky parlò di coinvolgere Clint Eastwood per interpretare l’Uomo Pipistrello. Tuttavia all’abbandono di Aronofsky (che declinò per dedicarsi al film indipendente “Requiem for a Dream“) la produzione venne arrestata fino al settembre 2000, quando Aronofsky firmò un contratto d’assunzione per la regia con la Warner Bros.

A quel punto, il film rientrò ufficialmente in programmazione. I caratteri di Gotham avrebbero dovuto basarsi sulle ambientazioni dei film cult anni settanta quali Taxi DriverIl braccio violento della leggeSerpico e Il giustiziere della notte. Il copione di Aronofsky fu considerato troppo violento e venne scartato, dato che la Warner Bros. era intenzionata a produrre un film per famiglie. Il regista allora propose di girare due film basati su Year One, uno per famiglie e uno con più azione e violenza, ma gli studios rifiutarono ancora, perché i costi sarebbero stati eccessivi.

Vennero allora contattati i fratelli Wachowski, che dovettero abbandonare in favore del franchise di Matrix. Arrivati a un punto critico, gli studi contattarono nuovamente Aronofsky, che però rifiutò di rientrare nel progetto.

Un’ultima bozza tratta da “Batman: Year One” fu proposta alla Warner nel dicembre 2002, per mano di Joss Whedon, proprio lui, il regista di The Avengers. Il progetto era ormai considerato “intangibile” e perciò ufficialmente cancellato. Il casting non ebbe mai luogo, ma gli attori Val Kilmer, Ben Affleck, Keanu Reeves e Christian Bale mostrarono interesse per la parte di Batman.

Ecco quale sarebbe stata la trama di “Batman: Year One”:

Bruce Wayne, appena rimasto orfano, va a vivere con Big Al, co-proprietario di un’officina, assieme al figlio Little Al. Spinto dal desiderio di vendetta, decide di diventare un vigilante. Gli eventi lo portano a fare la conoscenza dell’investigatore Gordon e, durante un’indagine su degli agenti corrotti, Bruce comprende come la giustizia sia troppo debole e decide quindi di travestirsi con una maschera da hockey su ghiaccio, vagando minaccioso nella notte per combattere il crimine organizzato.

Tutti sappiamo com’è andata a finire, solo due parole: “Batman Begins”. Mentre dal fumetto “Anno Uno” è stato tratto un film animato uscito nel settembre del 2011 in America.

Recentemente sono stati diffusi alcuni bozzetti del film mai realizzato in cui si possono vedere Batman (con vari costumi), CatwomanGordon e la Batmobile:

DA'SBATMAN2DA'SBATMAN10DA'SBATMAN3DA'SBATMAN9DA'SBATMAN4DA'SBATMAN8DA'SBATMAN6DA'SBATMAN7DA'SBATMAN5DA'SBATMAN12

Che ne pensate? Come sarebbe stato un film di Batman girato con atmosfere noir ed estremamente violente? Potrebbero essere questi gli spunti per un nuovo reboot della saga cinematografica del Cavaliere Oscuro?

[Fonte: CBM e Wikipedia]

Recensione: “Batman: Anno Uno”

Posted in Batman Universe, comics, fumetti, Recensioni with tags , , , , , , , , , , , on 11 ottobre 2012 by Redson85

Inauguro oggi, con Batman: Anno Uno, una serie di recensioni sui classici del fumetto di Batman. Spero vi piacciano!

Batman: Anno Uno, come il titolo stesso suggerisce, si propone di raccontare gli inizi dell’attività di Batman come vigilante, approfondendo le origini e gli eventi che lo hanno portato ad essere quello che tutti conosciamo e amiamo: il Cavaliere Oscuro. Ma Year One non è solo la storia di Bruce Wayne che diventa Batman. Già dalla prima tavola, le vite di due uomini scorrono parallele, ma solo per breve tempo, perché sono inevitabilmente destinate ad incontrarsi. James Gordon viene trasferito a Gotham come “punizione” per aver denunciato un poliziotto corrotto. Un gesto troppo valoroso per questo mondo. E’ una persona onesta e quelli come lui, specialmente i poliziotti, non hanno vita facile a Gotham, città corrotta fino all’osso. In realtà ci sarebbe anche un terzo personaggio le cui origini vengono trattate, anche se solo di striscio, ma ve lo lascio come sorpresa.

I personaggi dei fumetti di Frank Miller non smettono quasi mai di pensare “ad alta voce”. Le loro paure, le loro insicurezze sono il loro punto di forza nei confronti del lettore, che si innamora letteralmente della loro personalità. I disegni di David Mazzucchelli (colorati da Richmond Lewis) sono semplici, ma estremamente efficaci. Soprattutto Batman. Il Cavaliere Oscuro non è il solito eroe muscolo, possente e impettito, dà proprio l’idea di essere un principiante. Le vicende che si verificano durante le circa 90 pagine di fumetto sono sorprendentemente poche, a scandire la storia non sono tanto gli eventi, ma la continua introspezione dei protagonisti. Un fatto assolutamente innovativo per un fumetto del 1987.

Batman: Anno Uno dovrebbe essere il punto di partenza di ogni nuovo lettore di fumetti di Batman, mentre costituisce un fantastico salto all’indietro nelle origini dell’uomo pipistrello per chi li legge regolarmente, anche da tanto tempo.

Nel 2012 ne è stato tratto un film animato targato Warner Premiere, ma vi consiglio vivamente di non fare l’errore di guardare il film pensando di poter sostituire il fumetto. Il film è godibile, ma non rende giustizia al capolavoro fumettistico.

A proposito di film. Anno Uno ha costituito grande fonte d’ispirazione per la realizzazione del primo film della trilogia di Nolan: Batman Begins. E’ da queste pagine che Nolan e Goyer traggono l’idea che Bruce decide di adottare la figura del pipistrello perché ne è spaventato, è così che capisce di poter utilizzare quel simbolo per instillare la paura nei suoi nemici. Inoltre è da Anno Uno che nasce la scena a mio avviso più epica dell’intera trilogia di Nolan, quella in cui Batman si lancia tra uno stormo di pipistrelli, magistralmente accompagnato da una poderosa colonna sonora.

Batman: Anno Uno è stato pubblicato in Italia per la prima volta nel 1990 in albi brossurati allegati ai numeri 78 e 81 della rivista Corto Maltese (Rizzoli – Milano Libri). Successivamente la saga è stata ristampata in volume unico nel 1996 da Play Press. Un’edizione riveduta e corretta dal titolo Batman: Anno uno – Edizione Assoluta, è stata poi presentata nel 2008 dalla casa editrice Planeta DeAgostini. Infine, un’ulteriore edizione è presente nel primo numero della collana brossurata Batman: La leggenda allegata a Panorama, dell’agosto 2008, sempre della Planeta DeAgostini.

Redson85

Altre clip da “Year One”

Posted in Animated, Batman Universe, Video with tags , , , , , , on 11 ottobre 2011 by Redson85

[Fonte: YouTube]

Uscite Planeta DeAgostini

Posted in Batman Universe, comics with tags , , , , , , on 25 settembre 2009 by Redson85

Questa settimana Planeta DeAgostini lancia una nuova serie tutta dark: Classici Dc Batman!

Troverete il primo numero (di venti), con storie realizzate da autori come Dennis O’Neil, Steve Englehart, Len Wein, Dick Giordano, Walt Simonson e Marshall Rogers. Il volume (che contiene Secret Origins of the World’s Greatest Super-Heroes, Detective Comics 457, 469-476, 478, 479) ha le seguenti caratteristiche: 15×23, B, 208 pp, b/n € 7,95. Segue la presentazione ufficiale del prodotto.

Classici DC: Batman raccoglie buona parte delle avventure del Cavaliere Oscuro del periodo compreso tra il 1977 e il 1986. Si comincia con il ciclo di Steve Englehart e Marshall Rogers e si finisce con quello di Mike W. Barr e Alan Davis, passando per Don Newton e Gene Colan, due artisti capaci di tratteggiare le ombre come pochi altri e che accompagnarono Batman in un’epoca foriera di cambiamenti durante la quale apparvero per la prima volta super-criminali come Killer Croc e nuovi alleati come Jason Todd, il secondo Robin.

batgirl_year_oneInteressante anche il volume dedicato a Batgirl, “Batgilrl: Anno Uno” di Scott Beatty, Chuck Dixon, Marcos Martín e Álvaro López (Contiene Batgirl: Year One 1-9, 16,8×25,7, C, 224 pp, col. € 15,95). Ecco la trama:

Prima che il Joker la ferisse gravemente costringendola a diventare Oracolo, una promettente e volenterosa ragazza di nome Barbara Gordon aveva deciso di indossare il costume di Batgirl. Ma molte sfide l’attendevano. Sarebbe stata capace di nascondere la verità a suo padre, il Commissario di Polizia di Gotham, e di ottenere l’approvazione del Cavaliere Oscuro?

Dopo “Robin: Anno Uno” e “Nightwing: Anno Uno”, gli scrittori Chuck Dixon e Scott Beatty continuano a esplorare le origini degli alleati di Batman. Ora è il turno di Batgirl, che nelle pagine di questo volume proverà a dimostrare di essere in grado di fare la differenza nella lotta contro il crimine. Una storia ricca di azione e divertimento, in cui spicca il lavoro realizzato dagli spagnoli Marcos Martín, Álvaro López e Javier Rodríguez, disegnatore, inchiostratore e colorista di questo volume.

[Fonte COMICSblog]